Un breve promemoria per chi festeggia il 4 luglio

Oggi, 4 luglio 2017 ricordiamo tutte le grandi cose fatte dalla nazione più amata del mondo, divertitevi:

1610-1890: Genocidio della popolazione indiana, cifre stimate tra i 50 e i 90 milioni di morti.

Anni 20 e 30: Supporto pieno al regime fascista di Mussolini e al regime nazista di Hitler in funzione anticomunista.

1945: Bombardamento ingiustificato di Dresda, nonostante si stessa combattendo contro il regime nazista un’azione simile non è giustificabile, 135mila morti e incalcolabili danni culturali.

1945: Bombardamento nucleare a Hiroshima e Nagasaki, 226mila morti civili stimati più incalcolabili danni per le radiazioni.

1945-1953: In Filippine gli USA schierano l’esercito per il combattimento diretto contro le forze di sinistra Huk e pilotaggio delle elezioni per arrivare alla dittatura di Ferdinando Marcos.

1945-1953: Corea, soppressione delle organizzazioni popolari precedentemente alleate e sostegno alle forze collaborazioniste con i giapponesi.

1947-1992: Italia, dopo aver bloccato la rivoluzione partigiana, gli USA supportano costantemente la Democrazia Cristiana in funzione anticomunista.

1947-1949: Intervento nella guerra civile greca a favore dei neofascisti e organizzazione della polizia segreta, il KYP.

1950: Durante la Guerra di Corea le truppe americane compiono stragi e stupri di massa nei territori occupati nella parte Nord del Paese, si stimano 100mila vittime.

1953: Colpo di stato contro il Primo ministro Mossadeq in Iran per instaurare la dittatura dello Shah a favore delle compagnie petrolfiere.

1954: Rovesciamento del governo democraticamente eletto del presidente Arbenz in Guatemala, 200mila civili uccisi.

1955-1975: Gli USA, con una scusa totalmente montata, invadono il Vietnam del Nord supportando un governo criminale in Vietnam del Sud, 1.25milioni di civili morti e utilizzo massiccio di Napalm. L’esito tuttavia sarà di una vittoria del Nord.

1956-1958: Medioriente, tentativi di rovesciamento del governo siriano, pressioni sui governi di Libano e Giordania, sbarco di 14 mila soldati in Libano, tentativi di rovesciare Nasser

1959-oggi: Inizio dell’embargo cubano, centinaia di tentativi di assassinio contro Fidel Castro e decine di tentati colpi di stato, sono quarant’anni di attacchi terroristici, invasioni militari ed assassini

Anni 60-anni 80: Gli USA in Angola supportano massicciamente nella guerra civile, la guerra causerà 500mila morti.

Anni 60: Questione Franco-Algerina, appoggio all’insurrezione dell’OAS per impedire che la Francia concedesse l’indipendenza all’Algeria; tentativo, poi abortito, della CIA di assassinare De Gaulle.

1959: Haiti, forze armate USA per sedare la rivolta contro la dittatura Duvalier.

1961-1964: Brasile, appoggio del colpo di stato e della dittatura militare contro Goulart.

1963: Appoggio per l’assassinio del presidente del Vietnam del Sud Diem.

1963-1975: L’esercito Nord Americano uccide 4 milioni di persone del sud-est asiatico.

1963-1965: Repubblica Domenicana, sostengo al colpo di stato e invio di 23mila soldati per sedare le rivolte contro il golpe.

1964-1975: Bolivia, aiuto della CIA e del Pentagono nel rovesciamento del governo Paz e conduzione da parte della CIA dell’operazione di eliminazione di Che Guevara.

1965: Indonesia, supporto alla dittatura militare Suharto, consegnata una lista con 5mila comunisti da eliminare.

1967-1974: Supporto della CIA e dell’esercito al colpo di stato dei colonnelli in Grecia.

1969-1972: Uruguay, organizzamento e repressione contro i Tupamaros.

1973: colpo di stato in Cile contro il socialista Allende, instaurazione del dittatore fascista Pinochet, 5mila civili cileni uccisi solo quel giorno più altri 30mila e passa uccisi da Pinochet.

1977: Supporto alla dittatura militare in El Salvador, 70mila civili uccisi.

1979-1992: Supporto massiccio ai Talebani in Afghanistan contro i sovietici.

1979-1984: Supporto in Yemen del Sud alle forze paramilitari che miravano a far cadere il governo.

1980: Corea del Sud, supporto al Governo di Chun, responsabile della repressione della rivolta studentesca causando 2mila morti.

1980: gli Stati Uniti addestrano Osama Bin Laden e il resto dei terroristi contro i sovietici, la CIA gli da 3 miliardi di dollari.

1981: l’amministrazione Reagan addestra e finanza “contras” in Nicaragua, 30mila civili morti.

1981-1989: Abbattimento di due arei libici in spazio libico, tentativo di assassinare Gheddafi e sanzioni economiche.

1982: Gli USA forniscono miliardi in aiuti e armi a Saddam Hussein contro gli Iraniani.

1990-2000: Perù, forte appoggio al repressivo governo Fujimori, responsabile di violazione di diritti umani e utilizzo della tortura.

1990: L’Iraq invade il Kuwait con le armi Americane.

1991: Gli USA invadono l’Iraq e l’amministrazione Bush reinstalla la dittatura in Kuwait.

1991-oggi (2002, data documentazione dalla quale sto prendendo i dati): Gli Stati Uniti bombardano l’Iraq settimanalmente, l’Onu stima che siano morti 500mila bambini iracheni nei bombardamenti.

1993: In Somalia, con la scusa di un’azione contro il “Signore della guerra” Aidid gli USA

intervengono con l’esercito, in realtà l’azione servì alle compagnie petrolifere Americane per ristabilire il controllo sui pozzi.

1994-1998: Addestramento, finanziamento e supporto alle forze paramilitari e servizi segreti contro gli Zapatisti (EZLN).

1998: Clinton bombarda una “fabbrica di armi” in Sudan, la fabbrica era di aspirina.

1999: Bombardamenti indiscriminati in Serbia per la separazione del Kosovo dalla Federazione Jugoslava.

2000-2001: Gli stati uniti forniscono ai talebani 245milioni di dollari in “aiuti”.

2001: Osama Bin Laden, con l’addestramento della CIA, uccide 3mila civili americani.

2001: In USA, a seguito degli attacchi dell’11 settembre, viene passato il Patriot Act, sostanzialmente una fortissima limitazione delle libertà di espressione in nome dell’”antiterrorismo”.

2002: Colombia, massiccia presenza militare statunitense contro le FARC, sostegno al governo responsabile di violazione dei diritti umani e di tortura

2003-presente(2017): L’amministrazione Bush invade l’Iraq con l’accusa di fornire appoggio ai terroristi di Al Qaeda, si stimano 4 milioni di morti civili tra bombardamenti ed embargo economico.

2009: Chelsea Manning rivela gli orrori della guerra in Iraq: stupri, massacri ed esecuzioni di massa, viene arrestata e rilasciata solo recentemente.

2010: Wikileaks pubblica il famoso video “Collateral Murder” nel quale un elicottero Americano uccide parecchi civili e un giornalista in Iraq.

2013: Edward Snowden è costretto a fuggire in Russia dopo aver rivelato la gigantesca rete di controllo del web da parte della National Security Agency.

2017: Ammissione da parte del pentagono di “aver ucciso per errore” 300 civili nei bombardamenti di “precisione chirurgica” in Siria.

2017: Feroci bombardamenti in Siria con la scusa delle armi chimiche, nonostante il pentagono stesso ha ammesso che Assad non abbia armi chimiche dal 2014.

 

Tuttavia la democrazia dell’appartenenza, della società dello spettacolo e la pace degli interessi vanno imposti ad ogni costi, violenza legittimata. Il 4 Luglio, con i suoi martiri, è qua a ricordarcelo e sarà ancora presente nell’oggettivo futuro di un’America che tenta con i denti e con le unghie di sopravvivere alla globalizzazione, da lei in un primo momento sacralizzata come una divinità trascendente.

Questa lista comprende solo una parte delle “azioni di pace” degli USA.

FONTI: Wikipedia, Wikileaks, InformazioneConsapevole (Sito verificato), “Bowling a Columbine” di Michael Moore.

Buon 4 luglio.

Compagno Emilio

0 Replies to “Un breve promemoria per chi festeggia il 4 luglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.