LA MORTE DI UNA CLASSE POLITICA, la morte dell’onore

Libertario, Liberale, Liberista, Socialista, Pacifista, Anticlericale… questo era Pannella, LIBERO,un ossimoro ideologico ma giusto, una persona semplice, un leone della politica. Pazzo, pazzo, pazzo nelle sue lotte per i diritti civili e per le libertà dell’uomo ; si può essere contrari a alcune di queste, ma essere contrario a tutte denota solo l’ipocrisia o l’ignoranza dell’uomo. Il suo approccio diretto tipicamente libertario  ha rivoluzionato il sistema sociale italiano, lui, sempre nella sua semplice unicità, non si è mai uniformato all’attuale classe dirigente e, sempre a testa alta, ha lottato NON PER SE STESSO MA PER LA PROPRIA IDEA, con un tale onore che nessuno dei nostri attuali politici  avrebbe il coraggio di IMMOLARSI come lui per i propri ideali.  Ecco a cosa la storia ci sta facendo assistere , alla morte degli ultimi esponenti di una scuola politica DI QUALITA’, sì, commise sbagli, ma era la scuola di chi POSSEDEVA UN’IDEA E COMBATTEVA FERMAMENTE PER QUESTA non di chi si vende al primo partito o di chi entra in politica per qualche mistero divino, per una chiamata di chissà quale divinità (il denaro di solito). Questa scuola politica, la scuola del rapporto diretto con i propri seguaci (rapporto diretto non vuol dire assolutismo e dispotismo come un certo partito vuole farci intendere), le giornate sul palco a tener comizio (vorrei vedere Renzi a far ciò), la costanza nella lotta politica, ovvero tutto ciò che l’attuale oligarchia parlamentare NON ATTUA! Siamo passati da “Quando un governo non fa ciò che vuole il popolo va cacciato con mazze e pietre” al “vi consiglierei di boicottare il referendum”(la foto soprastante non l’ho scelta a caso), siamo passati da un confronto diretto popolo-governo a una lotta disperata per l’emancipazione popolare rispetto allo stesso governo, siamo passati dalla partecipazione collettiva al qualunquismo dilagante avvantaggiato silenziosamente e subdolamente dalla nostra stessa classe dirigente! E’ ORA DI DIRE BASTA A QUESTE IPOCRISIE, E’ ORA DI SEGUIRE GLI ESEMPI DI COLORO CHE LOTTARONO PER LE PROPRIE IDEE! -Compagno Elia   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.