DICHIARAZIONE DI AUTONOMIA DAL PENSIERO COMUNE E DAI MECCANISMI DI MASSA

Risultati immagini per mente libera
Non ci siete riusciti. La vostra trappola mortale non si è ancora chiusa su di me e -conoscendone i meccanismi- dubito che potrà cambiarmi.
Non funziona con me, ho studiato la storia, ho letto libri, ma cammino per le strade e non mi distacco dalla realtà. Non riuscite a mettermi paura. Il vostro terrorismo, la vostra decadenza dei costumi, la vostra sicurezza non coincidono con la mia libertà.
Non tornerò con la coda tra le gambe dal vecchio padrone per paura che il nuovo sia più crudele del primo. Non è per paura o avversione per l’Islam che mi farò incatenare dalla vostra croce.
Non è per paura di perdere la mia falsa libertà che cederò la vera libertà spirituale a voi, l’unica cosa che mi rimane da difendere.
Dicevate che con il comunismo avremmo perso la casa, saremmo stati poveri ed avremmo perso la nostra libertà: sta avvenendo col capitalismo.
Buttate un osso in mezzo ai cani mentre vi dividete i guadagni, provocate guerre per poi definire le vostre azioni barbariche “necessarie”.
No, non ci cado.
Non me la prendo con l’immigrato o con la donna musulmana che non si ribella, quando “il mio stesso popolo” vive da sempre ai comandi di incapaci, spesso mafiosi, spesso reazionari, spesso ricchi.
Guardate in faccia i problemi, non i loro sintomi. Finchè c’è religione c’è guerra santa, finchè c’è capitalismo c’è sfruttamento, povertà e guerre, finchè ci sono divise c’è abuso di potere e finchè c’è proprietà c’è furto.
Per fortuna, finchè ci sono tutti questi orrori c’è Resistenza. Una Resistenza laica, solidale e aperta.
Un altro mondo è possibile; è utopia credere che lavorando tutti e poco, che senza la sottomissione e lo sfruttamento, che senza falsi idoli si possa vivere bene e in pace? E’ un utopia? Forse, ma è più probabile di credere che dando la possibilità ad un uomo di sopraffare un altro senza conseguenze egli non lo faccia. E’ più probabile di trovare un politico che fa gli interessi del popolo. I politici sono cittadini e fanno i propri interessi. Non li biasimo, è naturale. Non si può tentare di correggere un sistema del tutto sbagliato.
In conclusione: sono ateo, solidale, marxista e libertario, sono, relativamente alla situazione, anarchico nel senso più  nobile del termine.
Non diventerò religioso, liberale e autoritario, cioè lo schifo che state diventando voi per paura.
Io mi tiro fuori, a voi le guerre e la sofferenza.
Compagno Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.